Sono arrivati a Jelsi nella mattinata di oggi altri dieci profughi dalla Libia. Si tratta di cittadini ghanesi, tutti lavoratori fuoriusciti dalla Libia allo scoppio del conflitto.

 

Saranno ospitati presso il Palazzo Ducale Carafa come gli altri 7 che sono a Jelsi già da qualche settimana. La Prefettura di Campobasso esprime soddisfazione per la solidarietà che la comunità di Jelsi mostra a chi è più sfortunato di noi.

Il Sindaco D’Amico sta seguendo da vicino la sistemazione dei profughi e sta lavorando affinché essi si integrino con la comunità di Jelsi. Sarà predisposto un questionario per valutare le competenze, le esperienze lavorative e i titoli di studio di tutti i profughi, al fine di valorizzare le loro professionalità e per un inserimento nel mondo del lavoro . Per tutti sarà organizzato un corso pomeridiano di lingua italiana unitamente a progetti sociali e culturali.

Con questi primi 17 profughi destinati al Palazzo Caraffa la struttura ricettiva è quasi al completo. Jelsi, come è noto, è vincitore del bando Sprar e quindi si prevedono numerosi arrivi di profughi nei prossimi mesi. L’amministrazione comunale fa sapere che occorreranno altri alloggi: i proprietari di case o appartamenti liberi possono rivolgersi presso gli uffici del municipio per ricevere informazioni in merito all’affitto della propria struttura.

english to koreanосвещение магазинов